Ban Naphia & No War Factory

Durante la guerra, gli abitanti del villaggio di Ban Naphia iniziarono a raccogliere, vendere o usare rottami metallici dalle bombe come mezzo per generare reddito. Gli abitanti del villaggio dedicano il metallo a usi creativi, come si vede nei monumenti, nei materiali da costruzione e negli articoli per la casa.

Ban Naphia è un tradizionale villaggio Lao Pouan di 69 famiglie. Subito dopo la guerra, gli abitanti del villaggio iniziarono a raccogliere alluminio dalle bombe esplose e lo trasformarono in cucchiai. Agli abitanti del villaggio fu insegnata questa abilità da una famiglia che si trasferì a Ban Naphia dalla provincia di Houaphan, più a nord. All'inizio, cinque famiglie producevano i cucchiai delle bombe riciclati. Oggi, ci sono circa 13 famiglie che producono più di 150.000 cucchiai all'anno da rottami di alluminio bellici che vengono venduti ai ristoranti della vicina città di Phonsavan. La produzione si è ampliata includendo bracciali, orecchini, ciondoli e oggetti di souvenir, come i portachiavi.

L'alluminio viene recuperato, in tutta sicurezza, nelle aree prima sminate dall'associazione MAG senza mettere a repentaglio nessuna vita.

Nel 2016, dopo aver distribuito 69 filtri che serviranno a rendere l'acqua potabile per le famiglie del villaggio, abbiamo deciso di iniziare una collaborazione con gli artigiani e di commissionare loro articoli da poter rivisitare e rivendere in Italia. Da qui nascono i gioielli No War Factory, unici e realizzati completamente a mano mediante tecnica a "staffa". Con l'acquisto di questi prodotti contribuirete all'economia del villaggio ed una parte del profitto , ogni anno, verrà utilizzata per acquistare e distribuire filtri per depurare l'acqua e in donazioni verso le associazioni di sminamento che operano nel territorio laotiano.

 

During the war, the inhabitants of the village of Ban Naphia began to collect, sell or use scrap metal from bombs as a means of generating income. Villagers dedicate metal to creative uses, as seen in monuments, construction materials and household items.

Ban Naphia is a traditional Lao Pouan village of 69 families. Immediately after the war, the villagers began to collect aluminum from the exploded bombs and turned it into spoons. The villagers were taught this skill by a family who moved to Ban Naphia from the Houaphan province further to the north. At the beginning, five families produced spoons of recycled bombs. Today, there are about 13 families that produce more than 150,000 spoons a year from scrap aluminum that are sold to restaurants in the nearby town of Phonsavan. The production has expanded including bracelets, earrings, pendants and souvenirs, such as key rings.

Aluminum is safely recovered in areas previously eliminated by the MAG association without jeopardizing any life.

In 2016, after distributing 69 filters that will serve to make drinking water for the families of the village, we decided to start a collaboration with the artisans and to commission them to be able to revisit and resell in Italy. This is where the No War Factory jewels are born, unique and made entirely by hand using a "stirrup" technique. With the purchase of these products you will contribute to the economy of the village and a part of the profit, every year, will be used to buy and distribute filters to purify the water and donations to the demining associations operating in the Lao territory.