Sons of mine nasce per perseguire e collaborare in progetti di sostenibilità e aiuti umanitari nel sud del mondo.

Questa associazione non profit prosegue e completa il lungo percorso tracciato dal suo predecessore Ink for Charity alla quale si aggiungono nel 2019 il Dottore Claudio Pardini, Alessandro Pardini, la Dottoressa Maria Elena Mozzillo e Giovanni Guidi oltre ai soci dell’ azienda No War Factory SRL, Massimo Moriconi, Serena Bacherotti e Riccardo Biagioni.

Focalizzata nel sud est asiatico e particolarmente in Laos, ogni anno Sons of Mine attraverso una raccolta fondi si prefigge di perseguire, anche con altre associazioni, enti e organismi pubblici e privati sia nazionali che internazionali la costruzione di infrastrutture e si occupa di distribuzione e approvvigionamento di acqua potabile per le famiglie delle zone rurali oltre a sostenere le associazioni locali e non di sminamento del territorio.

SONS OF MINE Legal notice
E’ costituita ai sensi del Codice Civile, del D.Lgs. 3 luglio 2017 n 117 e successive modificazioni ed integrazioni, una Organizzazione di Volontariato, senza fini di lucro, denominata: SONS OF MINE ODV, con sede legale nel Comune di Viareggio (lu), via Zanardelli 106.
CODICE FISCALE: 91057240466

Progetti

Progetto Ban Naphia


“Sons Of Mine” è una associazione di volontariato costituita dai membri dell’azienda nowarfactory ed altre figure. Lo scopo di questa No profit è quello di raccogliere fondi da aggiungere al 10% del fatturato netto che No War Factory già devolve per la realizzazione di progetti di sviluppo in Laos.
Quest’ anno le nostre forze si concentreranno sul villaggio di Naphia, un tradizionale villaggio Lao Pouan di 69 famiglie i cui abitanti subito dopo la guerra iniziarono a raccogliere alluminio dalle bombe esplose ed altro materiale di recupero e li trasformarono in cucchiai. Oggi, ci sono circa 13 famiglie che producono più di 150.000 cucchiai all’anno derivanti da rottami bellici che vengono venduti ai ristoranti della vicina città di Phonsavan. L’ampliamento della produzione ha portato ad un conseguente aumento delle famiglie residenti e il sistema di approvvigionamento dell’ acqua che risale ormai al 2003 non riesce più a soddisfare il fabbisogno giornaliero degli abitanti del villaggio.
Abbiamo quindi deciso che nel 2020 grazie al vostro aiuto costruiremo un nuovo serbatoio in cemento, più grande del precedente, con tubature interrate che dalla collina arriveranno alle varie fontane del villaggio permettendo così il rifornimento di acqua corrente per tutte le famiglie.

Scopo della donazione

Costruzione di una tanica in cemento con tubature per il villaggio di Naphia

Totale necessario

6000$


o tramite bonifico intestato a Sons of Mine
Banca Monte dei Paschi di Siena
IBAN : IT19R0103024801000001060013

Progetto filtri


Nonostante l’abbondanza di acqua gran parte della popolazione laotiana che vive in remoti villaggi ne è sprovvista.

La scarsa igiene e una inadeguata rete fognaria provocano un’alta incidenza di malattie gastrointestinali, come diarrea, dissenteria, tifo e colera. La Banca Mondiale stima che ogni anno in Laos ci siano 3 milioni di casi di malattia e 6.000 decessi prematuri direttamente collegati all’acqua sporca e alla scarsa igiene. Per questo motivo acquistiamo e distribuiamo dei filtri in ceramica trattati con l’argento colloidale che riescono a trattenere il 99,9% dei batteri contenuti nelle acque trasformandola in potabile. Ogni filtro è realizzato in Laos. Un filtro impiega circa 8 settimane per essere prodotto, principalmente a causa della necessità che l’argilla si asciughi prima della cottura.

I filtri per l’acqua in ceramica devono essere prodotti con un attento controllo di qualità per garantire che possano rimuovere i contaminanti e fornire una quantità utile di acqua per una famiglia. La ceramica è naturalmente porosa ma per aumentare la porosità a un livello preciso, vengono aggiunti materiali organici macinati.

L’argilla di terracotta appositamente selezionata viene macinata in polvere e questi due ingredienti principali vengono miscelati con acqua per formare i blocchi modellabili che diventano un filtro.

Scopo della donazione

Filtri per l’acqua da donare ai villaggi rurali

Totale necessario

100€ cadauno


o tramite bonifico intestato a Sons of Mine
Banca Monte dei Paschi di Siena
IBAN : IT19R0103024801000001060013

Progetto sedie per scuola


Acquisto di 100 sedie per la scuola elementare del villaggio di Ban Naphia

Scopo della donazione

Donazione di 100 sedie per la scuola del villaggio di Naphia

Totale necessario

10€ cadauno


o tramite bonifico intestato a Sons of Mine
Banca Monte dei Paschi di Siena
IBAN : IT19R0103024801000001060013

Progetto sminamento


Dal 1964 al 1973 gli Stati Uniti hanno sganciato oltre due milioni di tonnellate di ordigni sul Laos durante 580.000 missioni aeree, l’equivalente di un aereo carico di bombe ogni 8 minuti, 24 ore al giorno per 9 anni, rendendo così il Laos il paese più bombardato della storia.
Una delle zone più colpite fu proprio la “Piana delle Giare” ed i villaggi adiacenti. Nel 1975 i bombardamenti cessarono e la guerra finì.
Di questi ordigni il 30% non esplose, il che significa che nella parte orientale del Laos sono rimaste 80 milioni di bombe da disinnescare che negli anni a seguire, hanno causato la morte o la perdita di arti a più di 50.000 persone dal 1964 al 2011.
Fu in quel periodo immediatamente dopo la fine del conflitto che gli abitanti iniziarono a riciclare i resti delle bombe e delle cisterne di carburante che deturpavano i terreni della “Piana delle Giare” ed i territori circostanti, per realizzarvi dei manufatti, ornamenti, cucchiai e bracciali.
La popolazione dei villaggi vive di queste opere di artigianato e, dove è possibile perché il terreno è stato bonificato, della coltivazione di riso in alcuni mesi dell’anno.
Ogni anno continuano a morire persone per colpa delle bombe inesplose, dal 2008 i morti sono stati circa 160, di cui la metà bambini che tentavano di aprire gli ordigni per rivenderne poi il metallo. Le bombe inesplose sono spesso del tipo cluster, ossia a grappolo, una vera e propria macchina di morte e mutilazioni.

Le donazioni andranno all’associazione internazionale MAG e a quella locale UXOLAO

Scopo della donazione

Donazione alle associazioni di sminamento MAG e UXOLAO

Donazione libera

da 5€


o tramite bonifico intestato a Sons of Mine
Banca Monte dei Paschi di Siena
IBAN : IT19R0103024801000001060013